Passa ai contenuti principali

DERMOPIGMENTAZIONE VS MICROBLADING



Tra le tendenze in campo estetico negli ultimi anni, una in particolare e’ molto gettonata, ossia la valorizzazione delle sopracciglia. Dopo le “spinzettate” degli anni 90 dove la moda imponeva delle sopracciglia molto sottili, ci siamo ritrovate a fare i conti con delle forme che difficilmente torneranno belle piene. Ma non solo danni estetici, anche piccole imperfezioni naturali che interessano anche occhi e bocca.

La Dermopigmentazione e il microblading rappresentano una valida alternativa al make up, che pur essendo molto valido per risolvere questi particolari estetici, spesso ci porta via molto tempo e richiede quel tocco di precisione che solo un professionista riesce ad avere.

Attenzione però’, anche in questo caso, la scelta della tecnica e del professionista potrebbero non migliorare la situazione e  addirittura peggiorarla con danni che potrebbero non risolversi in maniera facile.

Rosanna Scarbolo titolare del centro idet di Roma ed esperta di Dermopigmentazione ci spiega la differenza e i vantaggi di una tecnica rispetto all’altra.

“La dermopigmentazione, meglio conosciuta come trucco permanente o microblading, altro non è che un tatuaggio. Infatti il termine “permanente”, sta ad indicare il permanere nel derma una volta impiantato il pigmento. La differenza tra la dermopigmentazione e il tatuaggio è data dal tipo di macchinario e dal tipo di pigmenti utilizzati.

I pigmenti del tatuaggio, una volta impiantati nel derma, permangono a vita in quanto sono rivestiti da resine acriliche, mentre i pigmenti utilizzati per il trucco permanente, hanno la caratteristica di essere riassorbiti per fagocitosi. Il periodo di riassorbimento del pigmento varia da persona a persona in base alle caratteristiche della propria pelle e variabili personali. Considerando che la fisionomia del viso nell’arco degli anni è soggetta a cambiamenti, i pigmenti della dermopigmentazione, permettono nell’arco del tempo di riadattare la giusta forma e colore personalizzando così il progetto.




TECNICHE DI DERMOPIGMENTAZIONE

1. MECCANICA: nella quale si usa il dermografo alimentato elettricamente, è una macchinetta simile a quella del tatuatore dove l’escursione dell’ago, avanti e indietro, pigmenta dei micropuntini molto ravvicinati creando visivamente una linea che simula il pelo.

2. MANUALE: comunemente conosciuta come “microblading“, (micro lama) altro non è che uno strumento alla cui estremità si inserisce una lama dove sono montati degli aghi e per trascinamento sulla pelle si crea una linea che simula ‘il pelo”.

Non tutte le pelli sono adatte a ricevere questo tipo di trattamento. A differenza di quella meccanica, nel 90%dei casi, si eseguono principalmente sopracciglia, mentre con la dermopigmentazione elettrica si seguono trattamenti alle sopracciglia, labbra, occhi, paramedicale tricopigmentazione e molto altro.

Con entrambi le tecniche si usano vari tipi di aghi che variano in base al tipo di lavoro da creare, un po’ come i pennelli per il truccatore.

Il segreto per ambedue le tecniche sta nella professionalità dell’operatore e nel talento di saper utilizzare le proprie mani nell’eseguire il lavoro.

https://www.idetroma.it/


Istituto IDET S.r.l.s.

Tel:06 8934 8051 – Cell: 389 0006629

via Giovan Battista Gandino, 30/32 – 00167 Roma




Commenti

Post popolari in questo blog

NAJ OLEARI BEAUTY SPONSOR MAKE UP ESCLUSIVO DEL GF VIP2020

 Naj Oleari Beauty e’ sponsor ufficiale esclusivo per il make-up all’interno della casa più spiata d’Italia! Grande Fratello è il reality per eccellenza di Canale 5 con uno share da capogiro. Da ben quattro anni il format, ha inaugurato anche la versione VIP, raggiungendo un record incredibile di ascolti. A partire da stasera 14 settembre, i personaggi famosi che varcheranno la Porta Rossa più famosa d’Italia mettendo in gioco la loro immagine e tutta la loro personalità, avranno a disposizione per tutte le 12 settimane di durata del programma, un’ampia gamma di prodotti make-up e skincare di Naj Oleari Beauty con i quali si coccoleranno. Beauty case e pochette personalizzati, espositori da banco e da terra accompagneranno le ragazze in uno dei momenti fondamentali delle loro giornate: il trucco! Naj Oleari Beauty ha inoltre pianificato alcune sorprese durante il corso del programma che coinvolgeranno i concorrenti in prima persona alla scoperta di questo brand originale, fresco e dive

CREMA MODEL PUSH-UP SENO DR URTIS

Giacomo Urtis ,famoso chirurgo dei vip  molto stimato dalla famiglia reale inglese, lancia la sua linea di cosmetici chiamata "Star". Di questa linea fa parte la Crema Model Push-Up seno Questa crema è stata studiata per avere un seno più sodo, tondo sollevato e rimodellato. Se ne consiglia l’utilizzo in caso di svuotamento, seno cadente o piccolo. È indicato in persone che hanno perso peso, hanno avuto gravidanze, allattamento oppure che mostrano un invecchiamento cutaneo. Come funziona: applicare almeno una volta al giorno e massaggiare. Il massaggio aiuta a migliorare il turgore del seno, soprattutto dopo la doccia. La ANEMARRHENAE ASPHODELOIDES deriva dalla famiglia del giglio ed ha la capacità di trattenere un accumulo di lipidi a livello delle cellule adipose della mammella con conseguente azione riempitiva e volumizzante. Tempo che impiega ad agire: dopo circa otto giorni di applicazione il seno è più gonfio, turgido e i tessuti distesi

PHYGITAL SUSTAINABILITY EXPO- ROMA

Grande successo ai mercati di Traiano per la Phygital Sustainability Expo. Visitatori, buyers, giornalisti, influencers, brand, relatori, ricercatori e manager si sono confrontati in una maratona tutta dedicata alla sostenibilità della moda. La giornata si è aperta con le presentazioni delle start up: Shaharlivne, Spiber Ulysses Aoki, Fairbrics, Air Guru, Fhi Collective, Talia Collective, Sekkei Eco Design, Zilli, ACBC; a seguire le conferenze dei relatori tra cui il Prof. Antonio Giordano, Carlo Palmieri Patron Carpisa e Yamamay, Andrea Puggelli di Automobili Lamborghini e Antonio Franceschini Responsabile Nazionale CNA Federmoda,  introdotte e moderate dalla presidente SFIS Valeria Mangani.  Trentaquattro Brand espositori con le loro installazioni incastonate nelle botteghe del sito archeologico e lungo la via Beberatica, in un continuum fra storia antica e innovazione.  La magnificenza dei Mercati di Traiano e la stupefacente vista sui fori ha esaltato la bellezza di ogni oggetto es